venerdì 25 aprile 2014

Festa della Liberazione 2014

Dalla Ila si festeggia la Liberazione. Non mi stanco di festeggiare la Liberazione... non mi stanco di propinare ai miei figli film sul ventennio, sull'olocausto, sulla grande guerra... non mi stanco di ricordare e di far ricordare.
Festa della Liberazione 2014
Immagine: www.turismoterredicastelli.it
L'Italia è stata liberata dalla dominazione nazista ormai da quasi 70 anni, il ventennio fascista è finito ormai da quasi 70 anni ... ma sono troppo poche le persone ancora in grado di raccontare, poche le occasioni per ricordare... troppi i ragazzi che non hanno idea e tendono a ideali che dovrebbero essere morti da 70 anni...

Non i miei ragazzi, almeno non fino ad ora. Io non lo permetto, non lascio che dimentichino, che fraintendano, che confondano... non lascio spazio al dubbio, all'incertezza, al razzismo: non lascio spazio all'odio verso l'altro, né in questo giorno di festa né nel resto dell'anno.

Festa della Liberazione 2014 - Massa
Liberazione di Massa: 10 Aprile 1945 - Immagine: www.memoria.comune.massa.ms.it

Che poi i miei figli sono di Massa, patria dei partigiani della Linea Gotica, culla del Gruppo Patrioti Apuani,  insignita della Medaglia d'Oro al Valore Militare:
"Ardente focolare di vivido fuoco, all'inizio dell'oppressione nazifascista sprigionò la scintilla che infiammò i suoi figli alla resistenza. Vinse la fame con il leggendario sacrificio delle sue donne e dei suoi ragazzi sanguinanti sugli impervi sentieri; subì dovunque stragi, devastazioni e rappresaglie atroci; si abbandonò alle natie montagne facendo del gruppo delle Apuane la cittadella inespugnata della libertà. In epici combattimenti irrise per nove mesi al nemico e lo vinse; sacrificò il suo dolore e il sangue dei suoi caduti, offrendoli come olocausto alla difesa della propria terra ed alla redenzione della Patria.» 
e in seguito Medaglia d'Oro al Merito Civile:
«Città strategicamente importante, situata sulla linea gotica, fu oggetto di atroci rappresaglie e rastrellamenti e di devastanti bombardamenti che causarono la morte di centinaia di concittadini e la quasi totale distruzione dell'abitato. La popolazione, costretta all'evacuazione, dovette trovare rifugio sulle montagne e nei paesi vicini, tra stenti e dure sofferenze. Partecipava generosamente alla guerra partigiana e con dignità e coraggio affrontava, col ritorno alla pace, la difficile opera di ricostruzione morale e materiale»
Come potrei lasciare che dimentichino? Ma come loro, come me, come la mia città... tutta l'Italia dovrebbe fare in modo che questa giornata non sia solo l'aggancio perfetto per una vacanza più lunga...

Domani le scuole sono chiuse, quindi stasera tutta la famiglia può riunirsi per guardare un film e magari commentarlo insieme... per questo ti rimando alla pagina Cinema e Resistenza del sito Niente Popocorn, per scegliere qualcosa di adatto.

E ti saluto con il mio post del 25 aprile di qualche anno fa....!
2 commenti
commenti
Per commentare scegli il sistema che preferisci:
commenti googleplus
commenti blogger
commenti facebook

2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...